Highland... 100% Valsesia! | La nostra mandria
La Società Agricola MONTANA inizia la sua attività nell’anno 2008 con lo scopo di allevare bovini di razza Highland, introducendoli per prima sull’arco alpino occidentale. Oggi l’azienda, nel suo veloce sviluppo, conta circa una settantina di capi ed è l’allevamento di bovini razza Highland più grande in Italia.
montana, highlandcattle, highland, mucche, pascolo, Reggiani, fold, beef, allevamento, valsesia, val vogna
50690
page,page-id-50690,page-template-default,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,paspartu_enabled,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive
 

La nostra mandria

Circa centocinquanta capi di razza pura, uno dei maggiori allevamenti dell’arco alpino
nostra-mandria1

Attualmente il nostro allevamento conta circa centocinquanta capi di razza pura e si qualifica come uno dei maggiori dell’arco alpino.

Le regole dell’allevamento sono dettate dai tempi della natura. L’allevamento non intensivo si basa su una crescita naturale degli animali che hanno sempre a disposizione ottimo foraggio ed abbondante acqua pura di sorgente.

Non vengono somministrate cure antibiotiche ed ormonali per un accrescimento forzato, si è scelto invece di seguire un modello di allevamento “non violento”, atto a creare il minor stress per gli animali, assicurando al contempo la miglior qualità di vita ai bovini.

nostra-mandria2
loading
L'allevamento
nostra-mandria3
nostra-mandria5
nostra-mandria6

In sintesi ecco i concetti su cui basiamo l’allevamento:

  • L’animale vive libero e mai legato
  • Il vitello viene allevato dalla madre dalla nascita sino allo svezzamento, che avviene a 10 mesi d’età
  • Non viene praticata la castrazione ai vitelli maschi
  • Non vengono applicati anelli od altri mezzi costrittivi ai tori ed alla vacche
  • Le vaccinazioni ed i controlli vengono effettuati con particolari attrezzature e sistemi atti a ridurre al minimo lo stress per gli animali
  • Non vengono usati cani per la custodia delle mandrie
  • Viene usata particolare cura nella razione di foraggiamento invernale, basata su fieno maggengo di primo taglio
  • Vengono utilizzati trattamenti naturali quali il lavaggio del vello con thè o aceto di mele per preservare l’animale dall’attacco dei parassiti
  • Particolare attenzione viene prestata al trasporto ed alla movimentazione degli animali verso e al ritorno dai pascoli alpini
  • I vitelli sono nutriti senza mangimi aggiunti
  • La monta è naturale ed avviene solo al compimento del terzo anno di età, quando la manza è ormai ben sviluppata e può affrontare la gravidanza senza rischi

nostra-mandria4
nostra-mandria7
nostra-mandria8